La decide il Pazzo. L’Hellas Verona conquista tre punti molto importanti per morale e classifica, battendo al “Bentegodi” la Salernitana con una rete di Pazzini al 25′ della ripresa.

L’avvio è positivo per la squadra di Grosso che, però, con il passare dei minuti perde campo e permette alla Salernitana di prendere fiducia.

L’occasione più ghiotta della prima frazione capita sui piedi di Gustafson, ma è bravissimo Micai a respingere il destro a botta sicura dello svedese.

Nel secondo tempo è ancora Gustafson, al 10′ ad andare vicino al gol, ma stavolta davanti al portiere granata fallisce clamorosamente il bersaglio grosso. Il gol vittoria arriva al 25′ quando Faraoni entra in area sulla destra e mette il pallone al centro, spunta Pazzini che riesce a buttarla dentro.

Nei minuti finali il Verona riesce a tenere lontano dalla propria porta la Salernitana (le due squadre restano in dieci per le espulsioni di Empereur e Casasola) e porta a casa un successo a dir poco importante. Secondo successo consecutivo per l’Hellas e terzo posto agguantato a quota 39 con il Benevento.

Pazzini – Getty Images

È raggiante Giampaolo Pazzini, ai microfoni di Dazn a fine partita.
“Il pallone sembrava non voler entrare, ma alla fine ce l’ho fatta e abbiamo portato a casa la vittoria. Avevamo bisogno di questo successo, secondo me meritavamo anche qualcosa in più, ma abbiamo sbagliato qualche passaggio di troppo e abbiamo dovuto soffrire fino all’ultimo. Ma ce l’abbiamo fatta ed è quello che conta. Un gol decisivo per una vittoria importantissima”.
La situazione di classifica?
“È un po’ che non guardo la classifica, dobbiamo guardare a noi stessi. Abbiamo fatto troppi passi falsi e lasciato troppi punti per strada. Ma adesso, con due vittorie di fila, ci siamo rilanciati e dobbiamo assolutamente sfruttare il momento positivo. Dobbiamo ritrovare continuità per tornare più in alto possibile. Rapporto ricucito con il pubblico? Questa tifoseria sostiene sempre la squadra, noi abbiamo bisogno di questa gente perché è un punto di forza troppo importante e noi dobbiamo cercare di sfruttarlo al meglio”.

stats
campo
cronaca