Atterrata nel tardo pomeriggio ad Amsterdam, la Juventus ha saggiato il terreno di gioco della "Johan Cruijff Arena", ed è pronta per la sfida di domani con l'Ajax, valevole per l'andata dei quarti di finale di Champions. 

Appena terminata la conferenza stampa del tecnico dei bianconeri, Masssimiliano Allegri intervenuto ai microfoni insieme con il difensore Daniele Rugani che sostituirà l'infortunato Giorgio Chiellini.

Subito su Cristiano Ronaldo.
"Cristiano si è allenato bene con la squadra, è a disposizione e a meno che non succeda qualcosa domani mattina partirà titolare".

Sull'Ajax.
"E' una squadra forte, che ha elimianto il Real e ha giocato alla pari col Bayern Monaco. Ha tecnica ed è sempre Juventus-Ajax, perché ci sono state due finali una vinta e una persa. Domani dobbiamo giocarci la semifinale, servirà una gara lucida, tencica e sarà una gara aperta. Difficilmente questa partita finirà 0-0".

Sull'esperienza che porta in dote la sfida con l'Atletico Madrid.
"Domani è una partita diversa, l'Ajax gioca completamente diverso. L'errore di Madrid è stato uscire dalla partita e pensare dopo la loro traversa di aver scampato il pericolo. Poi al ritorno la squadra ha fatto una grande partita, ma non pensiamo di uscire domani senza fare gol e ribaltarla di nuovo a Torino. Pensiamo a porre le basi per passare il turno. L'Ajax su 20 partite in casa ha perso solo una volta, col Real, è una squadra molto aggressiva, quindi servirà una partita fisica sul piano dei contrasti e dei duelli aerei".

Sulla partita di domani.
"Le partite sono fatte di dettagli. Noi dovremo essere bravi a stare attenti ai dettagli. Domani servirà una bellissima prestazione e attraverso la prestazione potremo ottenere un risultato importante. Non possiamo fare una partita speculativa se no rischiamo di soccombere. Loro sono in casa, vanno a foalte e diventano pericolosi, per questo bisognerà fare una partita aperta e difficilmente finirà 0-0. A centrocampo giocherà uno tra Khedira e Bentancur".

Sulle assenze di Can e Chiellini.
"Daniele Rugani è uno dei giovani migliori in Italia e uno dei migliori difensori d'Europa, perché gli italiani sono ancora i migliori. Non c'è Chiellini e gioca Daniele, come sempre quando manca uno gioca un altro. Dispiace perché ho solo due centrali. Per quanto riguarda Emre era in una buona condizione, speriamo ci sia al ritorno. Poi ho Benta che è tornato bene, e Khedira che non credevo che dopo la stagione difficoltosa facessse 70 minuti così e anche sabato ha dimostrato di essere un giocatore di spessore. Bentancur è diverso, più dinamico, ma magari pecca in inesperienza. Siccome domani ci saranno molti uno contro uno sarà una partita dove farà bene sicuramente. Poi abbiamo recuperato Douglas Costa e questo è importante perché in queste partite e in quella di ritorno lui potrà essere determinante. Mi dispiace non avere Cuadrado a disposizione in rosa in Champions League, ma in quel momento lì avevo troppi deficit sui difensori e non c'erano le certezze che Cuadrado potesse essere a disposizione. Ho chiesto anche al presidente e credo che un cambio ad aprile potrebbe essere una buona soluzione almeno per un giocatore, perché lasciare fuori grandi giocatori in grandi partite per un infortunio pesante dispiace".