È un Massimiliano Allegri sereno quello che si presenta ai microfoni di SkySport per commentare il derby della Mole pareggiato con il Torino.
"Non era giusto perdere vista la partita. Abbiamo sbagliato in precisione, nel secondo tempo il Torino non ha fatto un tiro, abbiamo regalato loro gol inoltre. Questi ragazzi hanno fatto un'annata straordinaria, stiamo facendo buone partite e ne faremo un'altra bella a Roma. Tornerà qualcuno anche per far rifiatare chi gioca sempre".

Su Cancelo.
"Lui tiene spesso la posizione come fosse in fase di sviluppo di gioco, deve migliorare nel movimento ma ha giocato bene. Ha fatto bene anche Pereira, ci ha messo qualità e personalità. Bravo anche Kean, i giovani stanno facendo esperienza e così migliorano"

Così, l'allenatore del Torino, Walter Mazzarri a SkySport.
“Lì per lì brucia, poi è vero ci hanno schiacciato. Purtroppo abbiamo sbagliato molte ripartenze e la qualità nell’ultimo passaggio. Probabilmente avremmo portato a casa la vittoria. Contro queste squadre difficilmente se non fai il secondo gol la vinci. Mi dispiace che da quando è entrato Aina avevo voluto rinforzare la fascia, stavamo facendo meglio anche lì. Poi ci ha punito un fenomeno come Ronaldo. Aina volevo farlo entrare prima, ma eravamo contati, soprattutto in difesa. Se mi bruciavo i cambi prima, sarebbe stato un problema. Nel primo tempo potevamo fare anche un altro gol, anche con Belotti. Questa è la partita in cui devi far fruttare le poche occasioni, peccato. Bremer è eccezionale, si allena da 7-8 mesi, oggi sembrava un veterano, il vero esordio però l’ha fatto oggi. Per me è stato una cosa bella, sarebbe stato perfetto se avesse marcato da vicino Ronaldo perché se lo lasci staccare è finita. Noi bisogna provare a fare tutto, ci sono ancora tre partite e vedremo cosa faranno anche le altre.

Questo il pensiero, sempre ai microfoni di SkySport, di Giorgio Chiellini.
"Questa squadra ha un'anima e ha cuore. Lo ha dimostrato in queste due partite dove magari non siamo partiti benissimo. Fino alla fine vogliamo dimostrare di essere i più forti, di meritare questo scudetto e di avere uno slancio positivo per la prossima stagione. Non andiamo in gita da nessuna parte e queste due partite ne sono la dimostrazione. E' chiaro che senza l'assillo dei tre punti qualcosa perdiamo nei particolari ma abbiamo gli attributi oltre a giocatori di grande qualità".

Su Ronaldo e Messi.
"Noi siamo fortunati di giocare con Cristiano e vivere in quest'epoca di due fuoriclasse. Sono un po' paragonabili a Federer e Nadal. Un giorno può essere il più forte del mondo Cristiano e un altro giorno Messi ma la verità è che sono due extraterrestri che fanno un altro sport rispetto a noi".