Conferenza stampa in serata a Roma del tecnico dell'Atalanta, Gian Piero Gasperini, insieme con il Papu Gomez uno dei giocatori più rappresentativi dei nerazzurri.
C'è tensione e attesa per la finale di Coppa Italia contro la Lazio. Queste le parole del Gasp.
"Tutti quanti possono capire l'importanza di questa finale per una società come l'Atalanta. Interpretiamo la gara per quella che è, contro una squadra forte, con un seguito notevole. In questo momento vedo la squadra molto concentrata sulla partita, su quello che dobbiamo fare. La nostra forza è stata quella di isolarci dal contesto esterno. Abbiamo le nostre chance, in campionato abbiamo vinto contro squadre importante, compresa la Lazio" 

Sull'emozione.
"Indubbiamente c'è, è tanta, soprattutto oggi con il Presidente Mattarella, è stata una grossa emozione. Si sente l'interesse intorno a noi. Mano a mano che si avvicina l'impegno sparisce un po' tutto. Oramai ne abbiamo giocate, anche all'estero, di molto importanti. Sono state esperienze che ci hanno dato personalità. La squadra fa risultati da mesi, le emozioni sono forti ma c'è anche l'obiettivo".

Sull'essere indicati quali favoriti.
"In una finale non c'è mai una favorita, specie contro una squadra come la Lazio. Giochiamo a Roma, ma con grande seguito. È una finale imprevedibile, ci stanno i tre risultati. Aver vinto 10 giorni fa qui ci dà la consapevolezza di poter vincere. E la Lazio sa di poter perdere contro di noi".

Questo, invece, il pensiero di Gomez.
"Per l’Atalanta rappresenta moltissimo, perché non vince da tantissimo. Vincere domani sarebbe qualcosa di straordinario per il club. Nella mia carriera ho avuto l’opportunità di vincere in Sudamerica, qui no. Farlo con l’Atalanta sarebbe qualcosa di incredibile”.