Il nuovo corso della Fiorentina, legato a Rocco Commisso, ha inserito il primo e importante tassello.
Daniele Pradè, intatti, è il nuovo direttore sportivo dei viola. Per lui contratto annuale con opzione per il rinnovo da parte del club.

Il dirigente romano dopo tre anni trascorsi tra Sampdoria e Udinese, quindi, torna in sella alla società toscana dove ha ricoperto lo stesso ruolo per 4 anni dal 2012 al 2016. Con lui tre volte i viola hanno conquistato il quarto posto in serie A raggiungendo anche una finale di Coppa Italia e una semifinale di Europa League. 

Così si è espresso il presidente della viola, Rocco Commisso.
«Daniele è un professionista di altissimo livello con una comprovata esperienza di successo nel calcio italiano. Conosce molto bene l'ambiente di Firenze, ed ha ottenuto grandi risultati nelle sue stagioni precedenti con il Club. Sono sicuro che ancora una volta farà del suo meglio per la Fiorentina e per Firenze».

Con l'arrivo di Daniele Pradè salgono le quotazioni di Vincenzo Montella che potrebbe rimanere alla guida della Fiorentina, nonostante il pessimo cammino nell'ultimo scorcio della stagione appena conclusa.
"E' un grande onore per me poter tornare alla Fiorentina – ha detto Pradè – perché quelli in viola sono stati anni bellissimi. Abbiamo avuto grandi soddisfazioni in tutto ciò che abbiamo realizzato, ma ora è il momento di rimboccarsi le maniche e ricominciare. Ringrazio la nuova Proprietà e, in particolare, il Presidente Commisso, per aver pensato a me. Farò tutto il possibile per ripagare la loro fiducia".

Il prossimo tassello viola sarà Gabriel Omar Batistuta?