Non ha ancora trovato ufficialmente un "casa" per la Champions l'Atalanta che, quest'anno, parteciperà alla massima competizione europea per club dopo la splendida cavalcata della scorsa stagione in campionato.

Il club nerazzurro ha fatto richiesta al sindaco di Milano, Beppe Sala, per l'utilizzo del Meazza. Il Gewiss stadium di Bergamo che sorge sulle cenerei dell'Atleti Azzurri d'Italia, potrebbe arrivare, per le gare del girone eliminatorio, al massimo ad una capienza di 16 mila spettatori ed ecco che la società bergamasca ha pensato a San Siro, poiché c'è la reale possibilità di ospitare squadre del calibro di Real e Barcellona, tanto per fare alcuni esempi.

Sia il Comune e sia l'Inter hanno detto sì alla richiesta dell'Atalanta, mentre il Milan dovrebbe rispondere entro domani, ma la rivalità dei tifosi milanisti con quelli orobici lascia più di un dubbio.

In questo scenario si è inserito, a piedi uniti, un duro comunicato degli ultras della Curva Nord dell'Inter che si sono schierati contro la richiesta di far giocare i bergamaschi a San Siro.

"Verrebbe da sorridere per non inorridire davanti al fatto che per il Comune di Milano una festa ai giardini pubblici fosse un problema di ordine pubblico ma far giocare a San Siro una squadra la cui tifoseria è storica rivale di entrambe le curve milanesi non lo sia – si legge nella nota -. Invitiamo fin da ora tutti i frequentatori della Nord a ritrovarsi davanti al baretto in tutte le occasioni in cui veramente l’Atalanta dovesse infestare il nostro stadio con la propria presenza per le partite di Champions. Il nostro dovrà essere un presidio civile nel limite del nostro diritto di una libera frequentazione di un locale pubblico con l’obiettivo di richiamare l’attenzione sull’assurdità di una scelta dettata dagli interessi e che calpesta ogni logica. L'Atalanta a Milano? No grazie”.

Si attendono ulteriori sviluppi nelle prossime ore per cercare di venire a capo di una questione che sta diventando sempre più spinosa.