Prestazione stellare per il Cagliari, che distrugge la Fiorentina 5 a 2, sfoderando tutto il suo potenziale e portandosi momentaneamente al terzo posto in classifica. 

Dalle prime battute si intuisce già che sarà una gara ad alto ritmo: i padroni di casa passano subito in vantaggio con Rog dopo un’azione manovrata alla perfezione, per poi raddoppiare grazie a Pisacane su corner. La Fiorentina reagisce ma Olsen ci mette una pezza. Alla mezz’ora arriva il terzo goal con Simeoneche si esibisce in uno splendido colpo di tacco. 

Nella ripresa la trama non cambia e il Cagliari non ha alcuna intenzione di fermarsi: Joao Pedro entra nel tabellino dei marcatori firmando il poker, poi Nainggolan realizza la quinta rete del match con un destro potentissimo dalla distanza, ciliegina sulla torta di una prestazione perfetta condita anche da tre assist. Bella ma inutile ai fini del risultato la doppietta del classe 2000 Vlahovic, che però rende la debacle leggermente meno amara. 

Sulle ali dell’entusiasmo i sardi non vogliono smettere di stupire ed ora parlare di Europa non è più un tabù. Giornata nera per la Fiorentina che dovrà anche fare a meno di Castrovilli nella prossima gara. 

campo
cronaca