Tantissime emozioni nella sfida tra Lazio e Lecce, vinta 4 a 2 dai biancocelesti, tutt’altra musica nelle gare tra Sampdoria e Atalanta e tra Udinese e Spal, finite entrambe a reti bianche, con il brivido finale alla Dacia Arena. 

All’Olimpico la Lazio non sbaglia contro il Lecce, ma è stata una partita tutt’altro che facile. I padroni di casa vanno in vantaggio con Correa, ma da corner Lapadula pareggia i conti. Nella ripresa tornano avanti gli uomini di Inzaghi grazie a Milinkovic. Poco dopo gli ospiti sbagliano un rigore con Babacar, sulla respinta Lapadula insacca, ma l’arbitro annulla per la presenza dell’attaccante in area al momento della battuta: da qui in avanti la Lazio dilaga con Immobile e ancora con Correa. Solo per il tabellino serve la rete finale di La Mantia

Attachi sterili a Udine, dove Udinese e Spal non si fanno del male, con entrambi i portieri impegni poco o nulla, ma Musso diventa l’eroe di giornata al minuto 98′: Sema colpisce la palla di mano, Massa va a rivedere l’episodio al Var ed assegna il penalty: dal dischetto si presente Petagna che si fa ipnotizzare dall’estremo difensore argentino

Stessa sorte nella gara tra Sampdoria e Atalanta, in cui i blucerchiati giocano meglio nella prima frazione, ma mai impegnando seriamente Gollini, mentre gli ospiti escono alla distanza, senza però trovare la via del goal. Da segnalare l’espulsione di Malinovskyi a quindici dal termine. 

Udinese-Spal
Sampdoria-Atalanta
Lazio-Lecce