In attesa di capire quando si potrà tornare agli allenamenti (secondo il Corriere dello Sport ci vorranno, inoltre, dalle 3 alle 4 settimana per riprendere la forma da momento che si potrà lavorare solo a gruppetti per evitare assembramenti) i club sono impegnati a richiamare dall'estero i vari calciatori che dovranno rispettare il periodo di isolamento di 14 giorni per poi poter mettersi al lavoro.

La Federazione Medico Sportiva Italiana, intanto, ha stilato un piano dettagliato per la riammissione dei calciatori agli allenamenti.
Il protocollo prevede screening ad hoc, che si effettueranno prima della ripartenza, e una serie di test per il continuo e costante monitoraggio delle condizioni degli atleti.
Scendendo maggiormente nel dettaglio, per i calciatori negativi o asintomatici sono raccomandati tamponi o altri test rapidi, in via di validazione, ogni 4 giorni, mentre i positivi saranno sottoposti ad approfonditi esami, dovranno osservare un periodo individuale di ripresa graduale nei seguenti 15 giorni e, solo dopo, potranno cominciare le sedute di allenamento.

Ma la domanda di oggi è sempre la stessa. Quando si potrà tornare ad allenarsi? Difficile davvero poter fornire una risposta.