Champions League, semifinali di andata: i Blancos non vanno oltre il pari, il Psg crolla in casa

Finisce il primo turno di semifinali di andata, con la finale ad un passo per il City di Guardiola. I Blancos invece se la dovranno vedere a Londra contro il Chelsea dopo il pareggio subito in casa.

Al Parco dei Principi dopo un primo tempo opaco da parte dei Citizens e l’arrembaggio dei parigini, riescono ad ottenere una vittoria in aspettata.

Va in scena uno dei match più importanti della stagione tra i “colossi” del calcio europeo, entrambe le squadre di proprietà Saudita, quindi le più ricche del mondo danno spettacolo. Il primo tempo è dominato dal Psg che va subito in vantaggio con Marquinos al 15′. Dagli sviluppi di un calcio d’angolo battuto dalla destra da Di Maria, Marquinhos anticipa tutti sul primo palo e di testa batte Ederson. L’unico tentativo ospite è un tiro di Foden  da buona posizione parato da Navas. Il City cambia totalmente atteggiamento nel secondo tempo infatti alza la qualità e la velocità del gioco, il PSG comincia a difende basso. La squadra di Guardiola continua a faticare in finalizzazione, comincia a dare la scossa al 61′ De Bruyne che ci prova in rovesciata, ma il pallone finisce alto. Il pari non tarda ad arrivare in modo rocambolesco. De Bruyne mette in mezzo un pallone tagliato a rientrare, non ci arriva nessuno, Navas è sorpreso e la palla termina in rete. Dopo il pari, il PSG non riesce più a trovare le misure.I Citizens dominano e al 71′ arriva il gol del sorpasso guadagnano un calcio di punizione dal limite: batte Mahrez, la barriera si apre e Navas è nuovamente battuto. I Parigini non incidono più e al 78′ Gueye va fuori giri e commette un brutto fallo su Gundogan che gli costa il rosso. La squadra di Guardiola gestisce il match nei minuti finali e porta a casa la vittoria. Al ritorno il Psg per passare il turno dovrà vincere con due gol di scarto a Manchester.

L’altra semifinale disputata martedì ha visto le compagini del Real Madrid e del Chelsea darsi battaglia. La gara vede un Chelsea spavaldo, che gioca con qualità e mantiene il dominio del match. Al 14′ Pulisic parte in profondità e riceve, ha il tempo di dribblare anche Courtois prima di segnare il gol del vantaggio. Il Real fa fatica a reagire, il Chelsea gioca ma non concretizza. Una fiammata di Benzema spaventa i Blues: palla che scheggia il palo. Al 29′ un cross dalla sinistra diventa insidioso la palla carambola sulla testa di Casemiro, poi su quella di Benzema che raccoglie e in girata scaraventa alle spalle di Mendy. Dopo il pari il Chelsea continua ad attaccare, si installa con insistenza nella trequarti madridista ma non trova il colpo decisivo.

Nella ripresa ci si attende un atteggiamento differente da parte del Real e, invece, la squadra di Zidane difende bassa e prova a colpire in ripartenza. La sensazione è che il Chelsea sia padrone del gioco, con la squadra madridista che cerca di difendere bassa e ripartire in contropiede. I ritmi di gara si abbassano nella parte finale e il Real prova il colpaccio dopo aver difeso per quasi tutta la gara. Negli ultimissimi minuti sono le merengues a cercare il gol decisivo, ma il Chelsea difende un 1-1 che, tutto sommato, va bene ai Blues.

La Qualificazione resta in bilico, a Stamford Bridge ci sarà la resa dei conti.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin