0 a 0 tra virtus verona united e clivense

Terza Categoria, Clivense: prima frenata, ma è un punto d’oro in casa della Virtus United

La Clivense interrompe la lunga striscia si vittorie consecutive, ma conquista un punto prezioso in casa della Virtus Verona United. Sul terreno del Gavagnin, la squadra di mister Allegretti ha trovato di fronte un avversario di pari livello, che l’ha messa in grande difficoltà. Dopo l’espulsione di Pavoni a metà ripresa, gli ospiti si sono visti costretti ad abbassare il proprio baricentro, dovendo reggere alle frequenti scorribande avversarie. La formazione biancoblu mantiene la propria imbattibilità e la vetta della classifica, con 7 lunghezze di vantaggio sulle inseguitrici. Sabato prossimo allo stadio Aldo Olivieri si presenterà il Borgo San Pancrazio.

La cronaca dell’incontro

Con l’infermeria che piano piano si sta svuotando, mister Allegretti può contare sul recupero dal primo minuto di Castellucci, che si piazza al centro della difesa. Vanno in panchina, invece, capitan Facciolo e Gasperato, il quale torna a disposizione dopo essere sceso in campo solamente nel turno inaugurale. Gli ospiti partono forte e con le migliori intenzioni. Prima Inzerauto spedisce di poco a lato con una conclusione di destro a giro, poi lo stesso attaccante milanese impegna il portiere avversario che, ingannato da un rimbalzo irregolare, devia in corner.

A metà frazione, Ferrari scivola nel tentativo di rinvio e consegna inavvertitamente la palla a Olivieri che calcia di prima intenzione, ma l’estremo difensore locale recupera la posizione ed evita un guaio. Alla mezzora Anastasi, anch’egli al rientro dopo la frattura di una costola, ha sui piedi una chance ghiotta, ma con il mancino spara alle stelle da pochi passi. I padroni di casa provano a sorprendere Pavoni da calcio piazzato in più di un’occasione, ma i tiri di Perbellini e Cattivera si spengono in un nulla di fatto.

Nella ripresa si registra l’episodio che può condizionare la gara. Nel tentativo di fermare Berghi volata, Pavoni lo atterra e si becca il cartellino rosso per fallo da ultimo uomo. Clivense in dieci e debutto tra i pali per Squizzi, figlio dell’ex portiere del Chievo Lorenzo. Il neo entrato deve subito sventare un paio di conclusioni piuttosto imprecise, ma l’intervento decisivo lo compie qualche minuto più tardi quando salva con il piede sullo stesso Berghi.

Superata l’ora di gioco, i gialloneri sprecano un due contro uno in contropiede, con Squizzi che blocca comodamente a terra un tiro centrale. A ridosso del novantesimo, la Clivense si riaffaccia in zona offensiva con Tenuti, che tenta la fortuna dalla distanza, ma Ferrari non si fa sorprendere. Poco dopo Inzerauto viene contrastato in piena area da Bonistalli, che salva una goal quasi certo. Vitale e compagni reggono alle incursioni finale e portano a casa un punto sofferto.

Le parole dei protagonisti: Allegretti, Castellucci, Vitale e Squizzi

Le parole di mister Allegretti al termine dell’incontro:

Un grande punto quest’oggi. Abbiamo lottato e sofferto contro una squadra molto forte, quindi il bilancio è positivo. Siamo stati abituati a vincere, ma non si può sempre vincere e quando succede l’importante è non perdere. La Virtus è la miglior squadra che abbiamo incontrato. Merito a loro che ci hanno messo in difficoltà. Comunque qualcosa abbiamo creato, soprattutto nel primo tempo, dove abbiamo tirato più in porta rispetto a loro. Poi sono venuti fuori, sono tutti ragazzi giovani che corrono tanto. È un segnale di forza, certamente. Siamo stati bravi a non cercare di andare a fare goal per forza, con il rischio di subirlo. Credo che sia stata una gara interpretata bene”.

A fine gara è intervenuto Simone Castellucci, al rientro dopo l’infortunio:

“È stato un rientro tosto, non è stato facile stare fuori, ma mi sto riprendendo. Il ruolo non è importante, quello che conta è dare una mano alla squadra. Il pari? Un punto guadagnato, sicuramente, perché abbiamo incontrato la squadra che ci ha messo più in difficoltà, soprattutto quando siamo rimasti in inferiorità numerica. Sono una squadra giovane, che punta a vincere il campionato, quindi va benissimo così”.

Esordio con la maglia della Clivense per il figlio d’arte Davide Squizzi, che è entrato per sostituire l’espulso Pavoni:

“Speravo di entrare in una situazione migliore, ma ho fatto di tutto per mantenere il risultato sullo 0-0, che era la cosa più importante. Sono contento di aver esordito finalmente con questa maglia e pronto a difendere la porta dal primo minuto nella prossima gara. Con Pavoni ho un rapporto bellissimo, non ci calpestiamo i piedi a vicenda e questo è fondamentale”.

Infine, ha espresso il suo parere anche Paolo Vitale, capitano di giornata:

“Ho saltato la scorsa perché ero diffidato e avrei rischiato di saltare questa partita, che si è rivelata quella più difficile finora. Abbiamo trovato una squadra con un’età media bassissima, che corre tantissimo e che era ben messa in campo. Una gara di difficile lettura e lo sapevamo. L’obiettivo è sempre quello di vincere, ma poi ci sono anche gli avversari e loro ci hanno messo un po’ alle strette, quindi era fondamentale non perdere per tenerli a debita distanza. La settimana prossima sarà un’altra battaglia, ma cercheremo di portare a casa il massimo risultato”.

Il tabellino della gara

Virtus United (4-3-3): Ferrari; Micheletti, Martignoni, Castano (30′ st Scalvini), Zampieri, Bonistalli, Schena (16′ st Naveldi), Cattivera, Perbellini (43′ st Zamperetti), Franchetti (43′ st Viscovi), Berghi. All. Khaire

Clivense (4-2-3-1): Pavoni, De Pani, Tenuti, Castellucci, Motta (36′ st Vallese); Vitale, Beneduce (10′ st Pasinato); Olivieri (31′ st Facciolo), Mehmedi (21′ st Squizzi), Inzerauto; Anastasi. All. Allegretti

Arbitro: Kumbulla di Verona

Note: espulso Pavoni al 20′ st per fallo da ultimo uomo

Credit Foto: Archivio/FcClivense

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin