goleada della clivense al pozzo nell'ultima giornata del girone d'andata di terza categoria

Terza Categoria, Clivense: goleada al Pozzo, come da copione

La Clivense chiude nel migliore dei modi il girone d’andata di Terza Categoria, travolgendo la modesta squadra B del Pozzo con un perentorio 8 a 0 tra le mura amiche dell’Olivieri. La formazione biancoblu, dunque, riscatta la prima sconfitta stagionale, rimediata pochi giorni fa contro il Borgo S. Pancrazio, e consolida il titolo (seppur senza valore) di Campione d’Inverno. A segno tra le fila della banda di Allegretti ci sono andati Fasolo, Beneduce, Vallese, Braga e due volte sia Pasinato che Inzerauto. Il campionato riprenderà a febbraio, ma nel frattempo accompagnerà il periodo di pausa la Coppa Verona, che partirà nel prossimo weekend, con il club del presidente Pellissier impegnato in casa della Fumanense, nel cuore della Valpolicella.

La cronaca dell’incontro

Nell’assetto di partenza, mister Allegretti opta per effettuare un discreto turn-over, concedendo la prima chance dall’inizio all’ultimo arrivato Oneda sulla linea arretrata. In avanti, invece, si rivedono Gasparato e Fasolo, tornati titolari dopo la gara inaugurale in casa del VR Arena. L’esterno offensivo classe ’97 ripaga immediatamente la fiducia del proprio allenatore, approfittando di un’indecisione tra il portiere e un difensore avversari e infilando la palla in rete al 12′. Prima marcatura per lui con questa casacca. Qualche istante più tardi, arriva il primo centro anche per Beneduce, che con un destro velenoso dalla distanza sorprende un non perfetto Savoncelli. A metà frazione, Inzerauto potrebbe triplicare dal dischetto, ma il palo gli nega la gioia del goal.

Nei minuti successivi Gasparato tenta la fortuna con un paio di giocate sopraffine, che, però, non vanno a buon fine. Poi l’esperto fantasista veronese si libera di un paio di avversari e pennella un traversone al bacio per Pasinato, il quale di testa piazza la sfera sul secondo palo e cala il tris. Il tempo di far riprendere il gioco che Gasparato trova un corridoio in verticale che solo lui ha visto, Inzerauto controlla, in un primo momento viene ribattuto, ma ci crede e insacca per il poker dei padroni di casa, riscattando, dunque, l’errore dagli undici metri.

A dieci minuti dal duplice fischio, gli ospiti si riversano per la prima volta dalle parti di Pavoni con Pathirage, il quale fa partire un destro che termina sul fondo di poco. Al 39′ il capocannoniere locale sfrutta un suggerimento rasoterra di De Pani, mette a sedere un difensore e con il mancino timbra la sua doppietta. A tempo ormai scaduto Pasinato, ben imbeccato da Fasolo, incrementa il bottino giornaliero siglando, anche lui come Inzerauto, la seconda rete personale del pomeriggio.

Nella ripresa la Clivense infierisce ulteriormente, mettendo a segno il settimo sigillo con Vallese, autore di una sgroppata sulla corsie di destra culminata con un destro sotto la traversa. In seguito, Braga fissa il risultato sull’8 a 0 grazie a una conclusione, su cui Savoncelli non fa una bella figura, facendosi passare il pallone fra le gambe. Il punteggio potrebbe essere ancora più largo, ma i tentativi dei vari Felici, Gasparato, Braga e Cavallaro non godono dello stesso buon esito dei precedenti. Inoltre, il giovanissimo catanese fallisce l’ennesimo penalty. Una sorta di “maledizione del calcio di rigore” per i ragazzi di Allegretti, che ne hanno sbagliati quattro su quattro tirati. Da segnalare l’espulsione di Oulhaj intorno al 24′, sanzionato dal direttore di gara Prior con un doppio giallo nel giro di pochi istanti.

Le parole di mister Allegretti nel post-partita

Al termine dell’incontro, mister Riccardo Allegretti ha parlato in esclusiva ai nostri microfoni. Un riscatto immediato dopo la prima battuta d’arresto di qualche giorno fa:

“È arrivata la vittoria, che è la cosa più importante. Nei giorni successivi alla sconfitta abbiamo cercato di capire non tanto gli errori fatti, quanto quali sono le nostre potenzialità e quale è il campo su cui è meglio che non andiamo a giocare (non parlo di terreno di gioco). Sono contento, perché è tempo di un primo bilancio, che è assolutamente positivo. Aver subito un pareggio e una sola sconfitta in tutte le partite giocate, sapendo come e da dove siamo partiti, mi rende soddisfatto. Per questo faccio i complimenti a tutti quanti, perché stiamo dando il massimo per ottenere il massimo. Non sempre ci si riesce, ma di sicuro l’impegno c’è”.

In attesa dei recuperi delle gare di Vestenanova e Borgo S. Pancrazio (rinviate oggi per maltempo), la Clivense allunga di nuovo in testa alla classifica. Un’ulteriore iniezione di fiducia:

“Vero, ma quando riprenderà il campionato dovremo entrare nell’ottica che avremo un solo punto di vantaggio, perché riposeremo per primi. Non è il caso di guardare la classifica e di fare i conti, piuttosto dobbiamo lavorare sui nostri limiti, sapendo che se vinciamo tutte le partite, vinciamo di conseguenza il campionato“.

Nella precedente esperienza in Terza Categoria alla guida della Città di Cologno avevi vinto il torneo, ma non erano mancate le battute d’arresto. Pertanto, sai come affrontare queste situazioni:

“Un po’ da allenatore, ma molto di più da giocatore, ho perso tante volte. Quando si perde, si vede tutto nero, ma la forza di una squadra deve essere quella di capire i motivi per cui si è arrivata alla sconfitta e, a volte, bisogna accettare di aver trovato avversari più forti di te. Questo non significa sentirsi inferiori, ma ogni partita fa storia a sé, quindi può capitare che sia così. Sono sereno, non ho alcun tipo di problema, perché accetto qualsiasi verdetto, ma so per certo che non abbasserò mai la guardia, così come non lo faranno i miei giocatori”.

Come si affronta la Coppa Verona?

“La affrontiamo con il massimo dell’entusiasmo. È una competizione che rispettiamo tanto e che affronteremo al meglio per cercare di arrivare più avanti possibile. Un po’ come il campionato. Non abbiamo mai parlato di obiettivi troppo lontani. Domenica scenderemo in campo per vincere, come sempre”.

Il tabellino della gara

Clivense (4-2-3-1): Pavoni; De Pani (1′ st Vallese), El Hatimi, Tenuti, Oneda; Beneduce (1′ st De Iseppi), Olivieri (12′ st Felici); Pasinato (1′ st Cavallaro), Fasolo, Gasparato; Inzerauto (1′ st Braga). All. Riccardo Allegretti

Pozzo B (4-3-3): Savoncelli, Warnakula, Corazza, Adami, Mansour, Fraccaroli, Onutu (39′ st Zanaga), Cingarlini (12′ st Crema), Ciriaci (1′ st Colato), Pathirage, Oulhaj. All. Andrea Turozzi

Arbitro: Prior di Verona

Reti: 12’ pt Fasolo, 16’ pt Beneduce, 30’ e 45′ pt Pasinato, 32’ e 39’ pt Inzerauto, 17′ st Vallese, 27′ st Braga

Note: espulso Oulhaj al 24′ st per doppia ammonizione. 160 spettatori circa

Credit Foto: Archivio/FcClivense

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin