Tegola per il tecnico del Rovigo, Davide Pizzo, che in questo momento fondamentale della stagione, essendo la sua compagine in corsa per la Promozione, dovrà fare a meno di uno dei suoi più importanti giocatori. Sono stati comminati, infatti, 50 giorni di squalifica a Fusetti, autore di ben 9 gol in campionato. Multa di 200 euro, invece, per il Rovigo, in quanto erede della società Boara Pisani, squadra del calciatore all’epoca dei fatti.

Nel marzo 2018 l’attaccante rodigino aveva incontrato l’arbitro in una nota pizzeria dove questi lavorava e lo aveva intimidito minacciandolo di dar fuoco alla sua casa, se gli avessero comminato tre giornate di squalifica.

L’arbitro Tudor Pralea, appartenente alla sezione Aia di Rovigo, aveva espulso Fusetti nella sfida giocata due giorni prima, Boara Pisani-Colli Euganei. L’attaccante era poi stato fermato solo un turno dal giudice sportivo.

In seguito alle minacce e alla denuncia dell’arbitro, la Procura Federale Figc ha deferito il calciatore e la società Boara Pisani (oggi Rovigo) al giudizio del Tribunale. La vicenda si è conclusa il 5 Febbraio scorso con una proposta di patteggiamento da parte della difesa, accettata da Tribunale e Procura, che ha consentito al giocatore, per il quale era prevista una qualifica di 75 giorni, di ricevere una riduzione di 25 giorni.