Il Milan nel posticipo batte agevolmente il Cagliari 3-0 e risponde alla vittoria di Roma e Atalanta difendendo il quarto posto. In rete ancora una volta il pistolero Piatek.

A San Siro partita a senso unico sin dai primi minuti con Calhanoglu che trova sulla sua strada Cragno al nono minuto. E’ solo il preludio del gol che arriva quattro minuti dopo grazie all’autogol di Ceppitelli sfortunato nelloccasione. Tiro di Suso e respinta ancora dell’estremo difensore cagliaritano ma il pallone sbatte su Ceppitelli e finisce in rete.

Forte del vantaggio il Milan pigia sull’acceleratore e trova il raddoppio al 22′ grazie al sinistro al volo di Paqueta su assist di Calabria. Per il brasiliano primo gol in Italia che decide di dedicare ai ragazzi del Flamengo morti nell’incendio dell’accademia di Rio, dove lui stesso è cresciuto. Il Cagliari in netta difficoltà tenta la reazione ma trova Donnarumma attento sul colpo di testa di Joao Pedro, il più attivo tra i suoi tanto sfiorare il gol al 15′ del secondo tempo: sulla respinta di Donnarumma sul suo tiro al volo tenta il pallonetto colpcolpendo  la traversa. Ma nel calcio la regola del gol sbagliato gol subito è sempre valida e al 62′ il pistolero Piatek chiude la partita sul 3-0. Nel finale protagonista ancora Cragno che salva il Cagliari da uno svantaggio ancora più pesante.

Milan Cagliari
Foto Getty Images

Il Milan resta prepotentemente in corsa per la Champions mentre il Cagliari resta nella zona rossa a pochi punti dalla retrocessione.

Le parole dell’allenatore rossonero

A fine partita Rino Gattuso è molto soddisfatto dei suoi “Siamo stati bravi oggi ad esprimere un buon calcio. La squadra si è comportata bene, come da tempo sta facendo. A tratti siamo stati anche un po’ fortunati”.

Gattuso
Rino Gattuso – Getty Images

Poi parla della lotta al quarto posto: “Ci vuole voglia di migliorare, di fare gruppo. Dobbiamo essere bravi a mettere al primo posto la squadra. Sono tanti anni che siamo fuori dalla lotta per la Champions League, dobbiamo arrivare a giocarci qualcosa di importante”, poi prosegue concentrandosi sulla squadra “Nelle prime sette-otto partite abbiamo espresso un calcio incredibile, ci siamo fatti qualche gol da soli. Ora la squadra palleggia meglio, fa bene entrambe le fasi di gioco e questo è il segreto. Dobbiamo continuare su questa strada, da quattro-cinque giornate stiamo facendo bene”.

In chiusura di intervista fa il punto anche su Calhanoglu: “Mi aspetto molto di più in fase di qualità, ha balistica e deve fare meglio. Però se guardiamo i chilometri che macina, la qualità che dà e ciò che fa… A volte viene criticato anche ingiustamente, forse anche perché ha abituato bene i tifosi lo scorso anno”.

Sicuramente con il rientro di Biglia i rossoneri aumenteranno il tasso tecnico per la lotta alla Champions e a chi gli fa notare che avrà un problema di sovrabbondanza a centrocampo risponde con il sorriso sulle labbra: “E’ un problema e lo risolveremo, godiamoci il momento, adesso non mi creo grattacapi.”.

Milan Twitter Official