Analizziamo l’operato delle squadre italiane: voti e giudizi alla chiusura del calciomercato invernale.

Atalanta voto 6: Gasperini ha plasmato un altro gruppo perfetto. Non servono innesti e l’unica partenza è quella di Rigoni mai entrato negli schemi dell’allenatore.

Bologna voto 6: sarebbe servita una rivoluzione. Il miglior cambiamento, probabilmente, è in panchina con l’arrivo di Sinisa Mihajlovic al posto di Inzaghi. Soriano e Sansone portano qualità ed esperienza.

Cagliari voto 6,5: buon mercato in terra sarda. Partono sia Sau che Farias, chiusi in avanti. Tuttavia il presidente Giulini interviene sia in ottica presente che futura. Grande colpo Birsa a centrocampo, come anche gli arrivi esperti di Cacciatore e Thereau. Occhio ai giovani Pellegrini, Oliva, Despodov.

Chievo voto 5: i clivensi sembrano essersi rassegnati alla retrocessione. Campedelli da una parte interviene sul mercato e dall’altra vende. Partono dei punti fermi come Birsa, Cacciatore e Radovanovic. Viene bloccata alla fine la cessione di Giaccherini e dal mercato arrivano solo Schelotto, un veterano come Andreolli ed una scommessa come Piazon.

Empoli 6,5: i toscani sono i protagonisti assoluti dell’ultimo giorno di mercato. Nonostante la cessione di Zajc al Fenerbache, il presidente Corsi acquista in tutti i reparti. Dragowski in porta, Diks e Dell’Orco in difesa, Pajac a centrocampo, Farias ed Oberlin in attacco.

Fiorentina voto 7: un nome su tutti Luis Muriel. Il vero colpo di questa Serie A visto anche l’impatto del colombiano. Da non sottovalutare i colpi giovani Traorè e Zurkowski. In uscita solo giocatori in esubero come Diks, Eysseric e Thereau.

Statistiche

Frosinone 5,5: Ci si aspettava di più dai ciociari, specialmente in termini d’esperienza. Arrivano Viviani, Simic, Trotta e Valzania. In uscita Soddimo, Halfreddson e Campbell, vera delusione estiva.

Genoa voto 7: come ogni anno è la squadra con più cambiamenti. Questa volta Preziosi, però, ha molti pezzi pregiati. Non solo Piatek andato al Milan, ma anche Kouamè e Romero. Partono l’ultimo giorno di mercato Romulo, Sandro e Lisandro Lopez ma vengono tutti rimpiazzati. Il genoa acquista Radovanovic, Sturaro, Pezzella, Jandrei. Il vero colpo è Sanabria.

Inter voto 6: bravo Marotta a non cedere al “mal di pancia” di Perisic che rimane in rosa senza un sostituto. Cedric è un buon acquisto che copre l’infortunio di Vrsaliko.

Juventus voto 5,5: paradossalmente si indebolisce nel marcato invernale e lo fa nel reparto difensivo. I bianconeri prendono Ramsey per il prossimo anno ma gestiscono male il caso Benatia. Il marocchino parte e viene sostituito con Caceres, non di certo all’altezza. In più c’è da fare i conti con gli infortuni di Bonucci e Chiellini.

Lazio voto 6: operazioni di contorno per Tare. Vengono ceduti Caceres, Murgia, Sprocati, Lombardi e Rossi. Mentre viene acquistato Romulo, un’ottima alternativa a centrocampo per la sua duttilità.

Milan voto 7,5: il caso Higuain poteva avere strascichi importanti sul gruppo e l’ambiente. Tuttavia Leonardo e la società hanno gestito tutto al meglio e si sono assicurati Piatek subito decisivo. Grande rivelazione Paquetà, considerato inizialmente troppo costoso. Unico rimpianto non essere riusciti a prendere un altro esterno d’attacco.

Napoli voto 6: i partenopei ripartono dalle proprie certezze. Allan è un punto fermo e non è stato ceduto al Psg. Rog viene mandato a giocare in prestito al Siviglia.

Parma voto 6: un mercato con obiettivo Europa. In questo senso l’arrivo di Kucka può essere importante per la sua esperienza. Occhio ai giovani Brazao e Schiappacasse. In uscità solo operazioni di contorno e rifiutate le offerte per Bruno Alves.

Roma voto 5: grande delusione, specialmente dopo l’umiliazione in Coppa Italia. I giallorossi non intervengono sul mercato, quando sarebbe servito almeno un innesto in difesa. Sfuma Vida e viene lasciato partire Pellegrini in prestito al Cagliari.

Sampdoria voto 6,5: grande mercato anche per i blucerchiati. Partono Kownacki e Regini, ma arrivano Gabbiadini, già in goal, Sau dal Cagliari e viene riscattato Audero dalla Juventus.

Sassuolo voto 5,5: perde a sorpresa Boateng direzione Barcellona. Tuttavia non viene sostituito e si ritrova con il solo giovane Scamacca come acquisto in attacco.

Spal voto 6: a Ferrara vogliono un girone di ritorno tranquillo. Ottimi gli acquisti di Viviano, Murgia e Regini. Jankovic un colpo per il futuro. Partono Viviani, fuori dal progetto, Milinkovic – Savic, che va a giocare in Serie B, e Djourou, una scommessa estiva persa.

Torino voto 6: magari ci si aspettava qualcosa in entrata ma i granata hanno un’ottima rosa. Partono Soriano, Edera e Lyanco tutti in direzione Bologna.

Udinese voto 6: mercato d’esperienza quello della famiglia Pozzo. Torna in Italia Okaka, arriva Sandro per il centrocampo e De Maio in difesa. Partono Scuffet, Wague, Pezzella, Balic, Machis e Vizeu: tutti elementi ai margini della rosa.